Le nostre persone

Consideriamo i dipendenti il cuore e il cervello della nostra attività. Mettere le persone al centro e lavorare per lo sviluppo del loro benessere e della loro crescita professionale è uno dei pilastri cardine di Equita.

 

Sistema di selezione

Siamo attenti ad attrarre ed individuare risorse di talento, che si contraddistinguano non solo per competenze professionali ma anche per qualità personali, sintonia con i valori del Gruppo e capacità di adattarsi ad un contesto fortemente dinamico.

equita.03.2018 30

Puntiamo molto sui giovani perché siamo convinti che con la loro motivazione, il loro entusiasmo, la loro curiosità e le loro competenze digitali, favoriscano l’individuazione di nuove sfide ed opportunità.

L’80% delle risorse che abbiamo assunto nel 2019 ha un’età inferiore ai 30 anni.

Selezioniamo i nostri giovani dalle migliori università italiane e investiamo nella loro crescita ad ogni passo della loro carriera.

Ci siamo impegnati a promuovere il principio di Diversity già dalla fase di selezione, pianificando all’interno del Piano Strategico CSR la valutazione di un Sistema di Recruiting che tenga in considerazione anche tale tematica. Sempre a tal fine, abbiamo avviato, nell’ambito del Comitato CSR, il progetto “Women in Finance” con l’obiettivo di avvicinare le donne al mondo della finanza.

Garantire la stabilità del lavoro rimane una prerogativa del Gruppo: al 31 dicembre 2019 il 99% dei dipendenti aveva un contratto a tempo indeterminato. L’età media dei dipendenti del Gruppo è di 41 anni e l'incidenza del personale laureato è pari all’80%. L’anzianità lavorativa media in Equita è di 9 anni ed è considerevolmente più alta nel campo dell’alta dirigenza.

L’interesse e l’attrattività suscitate dal Gruppo sono confermati dal numero crescente di candidature che riceviamo ogni anno sia tramite il sito internet che tramite LinkedIn.

I fattori chiave che inducono le nostre risorse a lavorare in Equita sono:

  • Dinamicità
  • Reputazione
  • formazione continua
  • qualità e ambiente di lavoro
  • possibilità di crescita professionale

 

Formazione

Riteniamo la formazione una delle principali attività su cui far leva per la crescita professionale delle nostre risorse. Realizziamo programmi di formazione specifica, sia in Italia che all’estero (es: Regno Unito, Stati Uniti e India), finalizzati a rafforzare le competenze manageriali, specialistiche e trasversali dei nostri dipendenti.

due persone

In particolare, offriamo nell’ambito del “Progetto Giovani”:

  • un programma di formazione, rivolto alle risorse più junior, basato sulla rotazione all’interno dei vari dipartimenti, allo scopo di consentire loro di comprendere concretamente “sul campo” come funziona l’intera “macchina aziendale”;
  • una serie di lezioni e conferenze interne, tenute dai nostril professionisti più senior o da consulenti esterni, su temi finanziari di interesse specifico e rivolte a tutti i dipendenti (“EQUITA Cineforum”). A partire dal 2019 l'erogazione di tali corsi è avvenuta anche in modalità webinar che ha facilitato la partecipazione tramite collegamento da remoto;
  • un Programma Executive di formazione intensive organizzato ad hoc, anche quest’anno, dalla MISB Bocconi a Mumbai, India (“Mumbai International School of Business - Bocconi”) per alcuni dei nostri professionisti.

Organizziamo inoltre corsi di Management, Negoziazione, Mentoring, Public Speaking, Formazione Linguistica, Corporate Finance Transactions, Modelling, Bond Documentation, Privacy e Salute e sicurezza.

Nel 2019 abbiamo erogato complessivamente 6.641 ore di formazione pari a 48,5 ore pro-capite.

Tramite alcuni di tali corsi, abbiamo garantito a tutta la struttura un numero di ore formative superiore a quello obbligatorio previsto dalla normativa.

Al fine di rafforzare le competenze in materia di sostenibilità abbiamo pianificato all’interno del Piano strategico CSR un corso di formazione sulle tematiche ESG che sarà erogato nel 2020 da una primaria società di consulenza esperta del settore.

 

Diversity

Il tema della diversità e dell’inclusione di genere è uno degli elementi chiave della nostra strategia CSR.

Riteniamo, infatti, che avvicinare persone con formazione, esperienze, patrimoni socio-culturali diversi, permetta al Gruppo di cogliere al meglio le sfide di un mercato sempre più globale.

Oltre alle iniziative già precedentemente evidenziate, relative all’avvio del progetto “Women in Finance” e alla previsione nel Piano Strategico CSR di un Sistema di recruiting che tenga conto anche della tematica Diversity, abbiamo aderito a Valore D, l’associazione italiana di cui fanno parte grandi realtà aziendali impegnate nel sostegno e nella promozione della leadership, del talento femminile e delle diversità in generale.

Il principio della Diversity trova, inoltre, ampia applicazione nell’ambito dell’intera organizzazione aziendale: il 27% delle persone con riporto diretto all’Amministratore Delegato o al Consiglio di Amministrazione, appartiene al genere femminile e a queste ultime risponde complessivamente circa il 50% del totale delle risorse.

 

Dialogo e coinvolgimento

Siamo convinti che il coinvolgimento dei dipendenti nella vita aziendale sia la principale modalità per realizzare un approccio inclusivo alla relazione con gli stessi.

Il dialogo ed il coinvolgimento, infatti, rappresentano da sempre i fattori alla base della motivazione dei nostril dipendenti, elemento quest’ultimo che contribuisce notevolmente alla:

  • creazione di un clima più sereno in azienda;
  • riduzione del turnover e dell’assenteismo;
  • attrazione delle migliori competenze del mercato;
  • efficace gestione dei progetti;
  • diffusione di un maggior senso di responsabilità.

A tal proposito, organizziamo riunioni plenarie aperte a tutta la struttura, in cui vengono illustrati:

  • i risultati finanziari periodici conseguiti dal Gruppo;
  • gli obiettivi di budget e quelli del Piano Strategico che, nel 2019, per la prima volta, comprendevano anche gli obiettivi in materia di sostenibilità;
  • la pianificazione di nuovi progetti e l’avanzamento di quelli già avviati.

Annualmente, inoltre, è previsto un incontro ad hoc tra ogni dipendente ed il rispettivo responsabile in cui la risorsa riceve un feedback sul lavoro svolto, espone le sue osservazioni, i suoi eventuali suggerimenti e le sue aspettative in ambito aziendale e condivide con il suo responsabile gli obiettivi per l’anno successivo.

Sono previsti, inoltre, ogni anno, momenti di socializzazione come ad esempio la “Cena di Natale”, l'"Ape Young", l’aperitvo a cui partecipano i dipendenti under 30, l’amministratore delegato ed il presidente, la “Panzerottata” un pranzo a base di panzerotti organizzato per festeggiare le nostre principali operazioni di successo.

 

Remunerazione

Siamo convinti che un sistema di remunerazione basato sull’equità interna, sulla coerenza e sulla meritocrazia, consenta di creare valore a lungo termine a tutti i livelli dell’organizzazione.

Ci siamo dotati pertanto di una politica di remunerazione basata su principi di pari opportunità e eguaglianza, che prevede benefit e sistemi di incentivazione finalizzati sia a migliorare la qualità della vita delle persone sia a valorizzare, su base meritocratica, le performance e il raggiungimento di obiettivi specifici.

Tale politica, in linea con altre nostre iniziative a impatto sociale, prevede, tra gli indicatori qualitativi di valutazione delle risorse, anche quelli riconducibili a principi ESG, quali:

  • People engagement, finalizzato a valutare la qualità del clima creato nell’ambito dei rapporti di lavoro e il grado motivazionale del dipendente;
  • Talent management e Human Capital, relativi alla crescita professionale e al livello di maturazione delle risorse gestite;
  • Tone from the top on compliance culture, inerenti l’integrità nella condotta e nella diffusione della compliance e della risk culture;
  • Sustainability strategy, per valutare il supporto fornito dalla risorse allo sviluppo di una strategia ESG;
  • Customer satisfaction, relativo alla soddisfazione dei clienti da valutare sulla base di specifici parametri.

Abbiamo sempre remunerato i nostri professionisti con una remunerazione bilanciata tra componente fissa e componente variabile, in modo da incidere efficacemente sulla motivazione e fidelizzazione dei nostri dipendenti e tenendo presente la necessità di mantenere la sostenibilità economico finanziaria del Gruppo nel tempo.

 

Iniziative sportive

Al fine di stimolare lo spirito di squadra organizziamo ogni anno tornei inter-aziendali di calcetto, ping-pong, beachvolley e calcio balilla. Siamo sostenitori inoltre dell’evento sportivo Milano Marathon a cui partecipano alcuni dei nostri dipendenti.

Foto premiazione IB torneo Intralinks Advisory Cup 02

 

Investiamo nelle persone anche al di fuori di Equita

Lo sviluppo delle persone è però rivolto anche all’esterno, al tessuto sociale più in generale. Equita infatti promuove lo sviluppo dei giovani artisti in contesti e formati innovativi.

Equita ospita opere di pittori, fotografi e altri artisti nelle sale e nei corridoi dei suoi uffici, trasformandoli in vere e proprie gallerie d’arte e consentendo ai propri clienti e dipendenti di ammirare le opere e, se desiderato, acquistarle.

Scopri di più su EquitArte.

Equita ha inoltre siglato una partnership con l’Accademia di Belle Arti di Brera con l’obiettivo di creare valore attraverso un’iniziativa che premi i giovani di talento, la didattica e la ricerca nelle discipline artistiche in uno dei più importanti luoghi di cultura e arte della città di Milano.

Ogni anno Equita attribuisce il Premio Equita per Brera (per promuovere l’iniziativa Accademia Aperta che si svolge tra luglio e agosto di ogni anno) selezionando e acquistando tre opere scelte da una commissione mista Equita, Accademia di Belle Arti di Brera e Domus Editoriale.

Equita inoltre eroga borse di studio per merito agli studenti dell’Accademia e contributi per la didattica e la ricerca dedicati agli assistenti.

Scopri di più su Equita per Brera.