Leaderboard Trading Floor

Business (IR)

Fabrizio Viola nominato senior advisor del Gruppo EQUITA

06/05/2021

L’esperienza di Fabrizio Viola contribuirà ad accelerare il percorso di crescita del Gruppo e rafforzerà ulteriormente il posizionamento della divisione Investment Banking al fianco di gruppi bancari e istituzioni finanziarie

 

Milano, 6 maggio 2021

Equita, la principale investment bank indipendente in Italia, annuncia che Fabrizio Viola entrerà a far parte dell’Advisory Board in qualità di senior advisor, con l’obiettivo di contribuire all’evoluzione strategica del Gruppo e di accelerare la crescita della divisione Investment Banking, con particolare riferimento alle attività di assistenza a gruppi bancari e istituzioni finanziarie (Financial Institutions Group o “FIG”).

Fabrizio Viola vanta una vasta esperienza in ambito bancario e nel mondo dell’asset management, oltre a comprovate capacità in operazioni di ristrutturazione, rifinanziamento, mergers & acquisitions e di capital markets. Durante la sua lunga carriera Fabrizio Viola, tra l’altro, ha ricoperto il ruolo di Amministratore Delegato e Direttore Generale di importanti gruppi bancari italiani (Banca Popolare di Milano - BPM, Banca Popolare dell’Emilia Romagna – BPER e Banca Monte dei Paschi di Siena – BMPS), co-fondatore di Widiba, Commissario liquidatore di Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca, Amministratore Delegato di Depobank e Senior Advisor di Boston Consulting Group per le financial institutions europee.

Andrea Vismara, Amministratore Delegato di Equita, ha commentato: “Siamo orgogliosi che una figura di grande professionalità come Fabrizio Viola abbia deciso di entrare nel nostro Advisory Board e di contribuire attivamente al progetto di crescita di Equita. Il suo ruolo di senior advisor sarà uno stimolo per tutti noi, soprattutto per il team FIG che già da anni assiste con successo le istituzioni finanziarie in operazioni di finanza straordinaria, posizionando Equita tra i leader di mercato”.

Fabrizio Viola ha commentato: “Sono particolarmente lieto di iniziare a collaborare con la principale investment bank indipendente italiana. Metterò a disposizione di Equita e dei suoi clienti i miei 40 anni di esperienza maturata nell’asset management e successivamente al vertice delle banche che ho diretto”. Viola ha poi continuato: “Sono certo che Equita, grazie al suo track record nelle recenti operazioni di M&A e di capital markets promosse dai principali player bancari, alla sua leadership nell’intermediazione mobiliare, nonché all’elevato standing del suo team di professionisti, continuerà ad avere un ruolo di primo piano nell’attuale processo di consolidamento del sistema bancario italiano e nello sviluppo dei nuovi intermediari fintech, la cui quota di mercato e rilevanza è destinata a crescere in misura significativa”.

Fabrizio Viola affiancherà Marco Clerici e Carlo Andrea Volpe – co-responsabili Investment Banking di Equita – nella strategia di ulteriore consolidamento del team FIG che già oggi vanta un forte posizionamento in Italia nell’assistenza a gruppi bancari e istituzioni finanziarie in operazioni di finanza straordinaria.

Equita assiste da anni le istituzioni finanziarie con un team dedicato e di comprovata esperienza, che vanta un track record di successo nelle operazioni di M&A e di capital markets. Tra le recenti operazioni, Equita ha per esempio assistito Intesa Sanpaolo e Crédit Agricole Italia nelle rispettive offerte pubbliche finalizzate all’acquisto del controllo di UBI Banca e Credito Valtellinese. In entrambi i casi le offerte si sono chiuse con un’adesione superiore al 90%, garantendo il successo dell’operazione e confermando le capacità di execution del team FIG di Equita. Inoltre, il team FIG ha di recente assistito anche AMCO – Asset Management Company nell’emissione di un prestito obbligazionario senior unsecured e nell’operazione di scissione dei crediti deteriorati di Banca MPS, Mediocredito Centrale nell’acquisizione di Banca Popolare di Bari, BPER in qualità di joint bookrunner nell’aumento di capitale e CDP Equity nelle valutazioni relative alla partecipazione all’aumento di capitale finalizzato all’acquisizione di una partecipazione in Euronext.