Sostenibilità: una valutazione su misura per le PMI

Come valorizzare le condotte ESG delle aziende di piccole e medie dimensioni

È sempre più evidente che la valutazione della capacità di un'azienda di creare valore e di ridurre l’esposizione ai rischi deve tenere conto non solo degli indicatori economico-finanziari ma anche delle performance ESG.

Le agenzie di rating non finanziario, originariamente focalizzate solo sulle società di grandi dimensioni, iniziano sempre più a rivolgere la propria attenzione anche alle PMI. Tuttavia, l’applicazione di criteri di valutazione standardizzati e di requirement non sempre chiari e accessibili spesso non consente di cogliere pienamente le specificità delle aziende di minori dimensioni e non permette quindi di valorizzare adeguatamente le loro caratteristiche di sostenibilità.

Logo Equita Base            Logo Altis
 

ALTIS Università Cattolica ed Equita, l’Investment Bank indipendente italiana, hanno condotto uno studio  con l'intento di colmare questo gap metodologico.

I risultati della ricerca hanno consentito sia di stimare il gap di rating legato alla mancata formalizzazione dei presidi ESG da parte delle piccole e medie imprese, sia di ipotizzare un “Social premium” aggiuntivo da incorporare nel processo di valutazione ESG per valorizzare gli aspetti "Social" delle piccole e medie imprese, in particolare il grande contributo che esse apportano alla comunità nella quale sono inserite.

Per scoprire di più sull'evento e sullo studio pubblicato visita il seguente link.