Gli Insights
di Equita

Sondaggio IR: Diversificazione e resilienza

Milano, 12 gennaio 2021 – Il team di Investor Relations è sempre felice di aiutare i propri investitori ad approfondire l’investment case di Equita. Siamo dunque contenti di proporvi alcune pillole che speriamo vi possano aiutare nella corretta valutazione del titolo Equita (EQUI:MI).

Oggi analizziamo il tema della “Diversificazione e resilienza”, votato dal 29% dei partecipanti nel sondaggio promosso su LinkedIn a dicembre 2020 (https://www.linkedin.com/company/equita).

Buona lettura

Il team di Investor Relations di Equita

 

IR Equita - Diversificazione e resilienza

Negli ultimi anni la strategia adottata dal management di Equita ha permesso al Gruppo di differenziare significativamente i propri servizi (e dunque le proprie fonti di ricavo), garantendo così una maggiore resilienza nei risultati, indipendentemente dalla fase del ciclo economico e/o dall’andamento del mercato. Vediamo più in dettaglio come.

 

“Diversificazione” come parola chiave in ciascuna area di business del Gruppo

Sondaggio IR Follow up Diversificazione e resilienza
Clicca sull'immagine per scaricarla

Le attività del Gruppo Equita si basano su tre aree di business distinte ma molto sinergiche tra loro (Global Markets – Intermediazione, Investment Banking – Consulenza e raccolta di capitali sul mercato, Alternative Asset Management – Gestione), supportate costantemente da una intensa attività di ricerca azionaria ed obbligazionaria.

All’interno di ciascuna area di attività, il mix di prodotti offerti, la tipologia di cliente e le fonti di ricavo risultano ampiamente diversificate, il che contribuisce a garantire una maggiore resilienza dei risultati a livello di Gruppo.

L’area Global Markets, per esempio, risulta oggi diversificata sia in termini di prodotti (azioni, obbligazioni, derivati…) sia in termini di clientela (investitori istituzionali – italiani ed esteri – e investitori retail delle banche clienti). Tale processo di diversificazione e completamento dell’offerta (Equita nasce storicamente come equity brokerage house) è il risultato di anni di investimenti e scelte manageriali volte ad offrire ai propri clienti un servizio sempre più completo. L’acquisizione del ramo Brokerage (oggi conosciuto all’interno del Gruppo come “Retail Hub”) e delle attività di Market Making di Nexi nel 2018 ha poi ulteriormente accelerato tale processo di diversificazione e ha permesso di rafforzare la posizione di Equita sul mercato dell’intermediazione, in particolare nel mondo del Fixed Income.

Anche l’Investment Banking, con una offerta completa di soluzioni (raccolta di capitali sul mercato, consulenza in operazioni di M&A, attività di debt advisory e restructuring, corporate broking...) unita a una copertura pressoché totale delle diverse tipologie di clientela (grandi gruppi industriali, piccole e medie imprese, istituzioni finanziarie, pubblica amministrazione…) offre oggi un mix di ricavi diversificato e solo in parte legato all’andamento dei mercati finanziari (dunque molto meno volatile rispetto al passato). Il forte posizionamento sia nell’ambito dell’equity capital markets che del debt capital markets, unito alle attività di corporate broking e alla forte crescita del team nelle attività di M&A advisory – grazie anche all’acquisizione del 70% di K Finance a luglio 2020 (oggi Equita K Finance) – permettono dunque di offrire ai clienti un servizio a 360°, in grado di soddisfare le diverse necessità in ambito di finanza straordinaria ed instaurare un rapporto di lungo periodo con le società assistite, aiutandole su diversi fronti nel loro percorso di crescita e nelle diverse fasi del ciclo economico.

L’Alternative Asset Management poi, con la sua combinazione di soluzioni di investimento proprietarie e asset co-sviluppati in collaborazione con banche partner, beneficia delle competenze delle altre aree di business del Gruppo Equita e offre servizi di asset management – prevalentemente focalizzati su asset alternativi – a investitori istituzionali. In quest’area la principale fonte di ricavo deriva dalle commissioni di gestione sulle masse, a cui si aggiungono le eventuali commissioni di incentivo qualora l’attività di gestione del team performi positivamente rispetto a un benchmark predefinito. È importante ricordare che i prodotti proprietari di Equita Capital SGR (ad esempio i fondi di private debt) presentano un orizzonte di investimento di lungo periodo e le commissioni di gestione risultano pressoché costanti per tutta la durata del contratto. Il valore delle masse non è infatti influenzato dall’andamento dei mercati finanziari, se non in casi eccezionali. Tale fonte di ricavo risulta pertanto “resiliente” nel tempo per definizione.

Il Team di Ricerca, infine, che supporta tutte le altre aree di business del Gruppo, studia i mercati finanziari e le emittenti, in particolare mid e small caps. La diversificazione delle società coperte, sia in termini di emittenti (azionari e obbligazionari) che in termini di geografia (Italia ed Europa) offre ai clienti – e a Equita stessa – importanti insight sul mercato.

 

Conclusione

A livello consolidato dunque, la presenza di servizi e prodotti legati al mondo azionario e altri legati al mondo obbligazionario creano una forma intrinseca di diversificazione.

IR Breakdown Ricavi

In periodi in cui i mercati risultato più interessanti sul fronte azionario, performeranno meglio le attività di intermediazione azionaria/cash equity, le attività di equity capital markets e le attività di gestione con focus sull’azionario; viceversa, se l’interesse del mercato si muove sul mondo obbligazionario performeranno meglio le attività di intermediazione del desk Fixed Income, le attività di debt capital markets e le attività di gestione connesse alla componente obbligazionaria come il private debt.

Vanno poi considerate le attività ricorrenti come quelle di corporate broking, in continua espansione negli ultimi anni e con le quali Equita supporta gli emittenti quotati nell’identificazione degli investitori esistenti e potenziali, con l’obiettivo di migliorare la visibilità sul mercato e, di conseguenza, la liquidità del titolo, offrendo anche l’attività di Operatore Specialista (Specialist). In questo caso i mandati concorrono a generare una fonte di ricavo "resiliente" nel tempo, sulla base dei mandati pluriennali siglati con le società emittenti.

Altre attività infine, come la consulenza in ambito M&A e le attività di debt advisory e debt restructuring vantano invece componenti cicliche e anticicliche che concorrono anch’esse a contribuire positivamente a una maggiore resilienza dei risultati del Gruppo nel tempo.

Segui Equita su LinkedIn per restare sempre aggiornato (https://www.linkedin.com/company/equita).

#Equita #IR #WeKnowHow